Siglata la convenzione ISSP-SIMSPe

Operativo l'accordo tra l’Istituto Superiore di Studi Penitenziari e la nostra Società.

Large_download (1)

Roma, 12 settembre 2013 - Con la stipula del 26 Luglio scorso a Roma della Convenzione tra la SIMSPe l’ISSP-DAP, i due organismi hanno inteso stabilire una collaborazione assidua, duratura e costruttiva per future attività di studio, ricerca e formazione.


Firmatari dell’atto il Presidente della SIMSPe Prof. Sergio Babudieri ed il Direttore del ISSP-DAP Dott. Massimo De Pascalis, che hanno convenuto le modalità esecutive dell’accordo, la realizzazione di iniziative congiunte ed i relativi contenuti siano essi progettuali e/o economici, che saranno oggetto di appositi accordi esecutivi o protocolli operativi. 


La convenzione SIMSPe/ISSP, frutto della perseveranza del Dott. Roberto Monarca, Direttore della Scuola di Formazione SIMSPe e da sempre sostenitore della necessità di una formazione congiunta e continua anche del personale di Polizia Penitenziaria, è il risultato dell’esperienza e del lavoro virtuoso ed altamente specializzato intrapreso parallelamente dalla Società di Medicina e Sanità Penitenziaria e dall’Istituto Superiore di Studi Penitenziari.


Impegnati da anni in attività sia nel settore della formazione che dell’aggiornamento  del personale sia esso direttivo, che di sicurezza e custodia, sanitario e socio-sanitario, e di riflesso nei confronti delle persone detenute e internate, i due enti hanno sempre perseguito finalità simili. Tra tutte, l’affermazione della specificità delle professioni legate all’ambito penitenziario, il progresso della ricerca e delle conoscenze in ambito detentivo al fine di una maggiore acquisizione di competenze sulla materia, l’attività didattica, di ricerca e di divulgazione, attraverso l'organizzazione di eventi formativi e di aggiornamento quali corsi, workshop, convegni e congressi, risultano essere gli obiettivi comuni che hanno portato alla stipula di questo importante accordo di collaborazione.


 

Letizia Bartocci

12/09/2013

Commenti all'articolo