Linee Guida sulla gestione della cardiopatia ischemica in ambito penitenziario.

Iter diagnostico - terapeutico dell’angina stabile.

Large_cardiopatia_final

Milano, 20 Aprile 2016 - La cardiopatia ischemica è una delle patologie più frequenti in ambito penitenziario. Al di là degli episodi acuti (IMA, morte improvvisa etc) che rappresentano  una minima parte gli eventi che il medico penitenziario si trova ad affrontare, ben più numerosi sono gli interventi che lo stesso medico deve saper gestire nel quotidiano nei confronti  del cardiopatico ischemico cronico.


Il saper riconoscere al meglio il quadro clinico e saper prendere le giuste decisioni in merito alla terapia, all’iter diagnostico da intraprendere, alla corretta gestione del follow up sono gli obiettivi di questa breve trattazione, ripresa dalle più recenti Linee Guida Cardiologiche Internazionali. 


In allegato le Linee Guida sulla gestione della cardiopatia ischemica 

Rodolfo Casati

20/04/2016

L'accesso ai commenti è abilitato unicamente per i soci.
Iscriviti per avere accesso completo alle funzionalità del sito, oppure effettua il .

Commenti all'articolo