INFEZIONE HIV-AIDS eTUBERCOLOSI- Napoli 22 maggio 2010

Convegno regionale di aggiornamento di Medicina Penitenziaria

Ho proposto al comitato organizzativo di questo Convegno di Medicina Penitenziaria di scegliere quale argomento principale un aggiornamento sulla diagnosi e terapia della tubercolosi nel paziente coinfetto con il virus HIV.


La proposta è stata accolta con entusiasmo ed è stata poi ampliata con un altro importante argomento che riguarda l’individuazione precoce dei disturbi neuro cognitivi nel paziente HIV.


La scelta dell’argomento HIV/TBC offre a tutti i partecipanti una importante riflessione su uno degli argomenti più complessi di sanità pubblica oggi in discussione; circa un terzo della popolazione mondiale presentano una infezione latente da Mycobacterium tuberculosis.


La prevalenza dell’infezione è più elevata nelle popolazioni a basso reddito e nei pazienti immunodepressi.


Ogni ritardo nell’individuazione e nel trattamento ne facilitano la trasmissione .


Nel mondo si stanno diffondendo ceppi di Mycobacterium Tuberculosis resistenti a più farmaci. I pazienti coinfetti HIV/TBC presentano difficoltà terapeutiche riguardanti il rischio di interazioni tra i farmaci.


Il Convegno vedrà la partecipazione di relatori esperti nel trattamento di pazienti con Infezione HIV/AIDS in regime di detenzione. Appare evidente che il carcere è il luogo dove per definizione tutte le problematiche descritte precedentemente sono presenti e spesso raggiungono livelli di “allarme” per le note condizioni di sovraffollamento.


Al termine del convegno i partecipanti aventi diritto costituiranno la sezione campana della SIMSPe


Il Presidente del Convegno
Raffaele Pempinello

SIMSPe Onlus

16/05/2011

L'accesso ai commenti è abilitato unicamente per i soci.
Iscriviti per avere accesso completo alle funzionalità del sito, oppure effettua il .

Commenti all'articolo