LETTERA APERTA AGLI OPERATORI PENITENZIARI DELLA LOMBARDIA

Cari colleghi ed operatori sanitari penitenziari


nel 2000 un gruppo di operatori e colleghi - facendo sintesi dell’impegno e delle esperienze maturate in un lungo arco di tempo - fondò la SIMSPe, ritenendo che


 porre la cultura professionale e la formazione al centro del dibattito sulla medicina penitenziaria fosse il modo più efficace per


 1)      rendere visibile quanto di buono e con grandi sacrifici veniva fatto all’interno delle carceri, da chi vi operava;


2)      essere di stimolo anche alle istituzioni affinchè (sulla base di dati rigorosamente registrati) comprendesse con maggiore lucidità le problematiche sanitarie e potesse quindi affrontarle in maniera più efficace;
3)      consentire la valorizzazione delle realtà e dei comportamenti professionalmente più esemplari e validi, permettendo di distinguerli da quelli meno virtuosi e potenzialmente lesivi dell’immagine professionale di tutti.


07/12/2006

SIMSPe Onlus-sezione Lombardia

18/05/2011

L'accesso ai commenti è abilitato unicamente per i soci.
Iscriviti per avere accesso completo alle funzionalità del sito, oppure effettua il .

Commenti all'articolo